Tu paghi i mobili nuovi e loro non vogliono responsabilità (storia vera)

Tu paghi i mobili nuovi e loro non vogliono responsabilità (storia vera)

Pubblicato il Pubblicato in Arredamento, Consigli utili

Mi è capitato in questa settimana di intervenire presso un nuovo cliente con la sostituzione di un divano ed un lavoro di ”recupero” di una cucina acquistata appena 18 mesi fa presso una nota catena di negozi di arredamenti.

 

N.B. No! In questo post articolo non ti parlo del sistema di lavoro di Mobili Di LiLLO scenografie d’interni. Parlo esclusivamente di aspetti organizzativi che tu stesso potrai comprendere senza essere né un tecnico né un esperto di arredamenti.

Non si parla di un prodotto di primo prezzo, anzi ti confesso che si tratta di una bella cucina. Purtroppo la cucina in questione presentava delle gravi problematiche dovute prima di tutto ad una errata progettazione, considera che la lavastoviglie era posizionata in prossimità dell’angolo tanto che a lavastoviglie aperta era praticamente impossibile accedere alla zona lavello.

 

Come faccio a caricare la lavastoviglie se non posso prendere i piatti nel lavello dopo averli sciacquati?

Ma la cosa più grave è stata che in fase di installazione l’unica premura dei montatori è stata quella di fare le cose in fretta… Pensa che sono riusciti a completare la cucina in una mattinata di lavoro, considera che noi per una cucina angolare come quella in questione ci riserviamo 2 giorni di lavoro per la corretta installazione di tutte le sue parti.

Per fartela breve abbiamo dovuto riprogettarla, smontarla, apportare delle modifiche strutturali, rifare da zero i piani di lavoro in laminato, e rimontare il tutto, ed abbiamo predisposto un foro per la fuoriuscita del tubo di aspirazione della cappa.

Il divano invece, acquistato nella stessa occasione, non ha avuto una seconda chance, era talmente messo male che abbiamo dovuto rottamarlo e sostituirlo con uno nuovo.

La beffa più grande è stata che a fronte delle numerose lamentele palesate dal cliente per la disposizione ”creativa” della cucina gli è stato detto che la responsabiltà non è la loro in quanto il cliente avrebbe dovuto valutare bene la composizione prima di firmare l’ordine…

Inoltre dopo le tante lamentele a seguito delle problematiche riscontrate dal cliente per il montaggio approssimativo, gli hanno mandato gli stessi operai che ovviamente hanno risolto poco o nulla dei problemi che affliggevano la cucina in oggetto.

 

Queste sono davvero delle brutte avventure che danneggiano tutta la categoria dei negozi di mobili. Il cliente si è fidato dell’ offerta speciale , e per delle colpe non sue ha dovuto accollarsi delle problematiche spiacevoli e fastidiose.

Ti piace quando di fronte ad un problema gli altri si rimbalzano le responsabilità giocando allo scarica barile? A me no e mi piace ancora meno quando lo fanno dopo essersi presi i miei soldi.

Acquistare dei mobili nuovi per la propria abitazione e ritrovarsi in questa situazione purtroppo è cosa comune, infatti il settore della vendita e installazione di arredamenti è uno dei più complicati sotto questo punto di vista.

Assurdo perché a fronte di una richiesta costante – la gente ha e avrà sempre la necessità di cambiare i mobili di casa – l’offerta non si è migliorata e in alcuni casi è addirittura peggiorata. Oggi vedo lavori eseguiti davvero male che solo 15 anni fa sarebbero stati impensabili. Così migliorano tecnologie e materiali, ma il servizio in molti casi peggiora.

A cosa mi riferisco e cosa rischi se non impari a scegliere con attenzione il venditore e l’installatore di arredamenti?

Rischi un imprevisto dopo l’altro, che nella migliore delle ipotesi si risolve con ritardi e incomprensioni e nella peggiore con lavori fatti male e una perdita di estetica e comfort per la tua casa (peggiorano le tue condizioni di vita visto che in casa ci vivi).

Il problema è semplice: chi vende, chi prende i rilievi (le misure necessarie per i tuoi nuovi mobili) e chi installa i tuoi nuovi mobili in molti casi è una persona differente e magari non lavora per la stessa azienda. In pratica dietro al sorriso e alla cravatta del venditore che vedi quando firmi l’ordine ci sono figure professionali scollegate, squadre improvvisate che non dialogano tra loro e che di fronte al primo problema sono pronte ad addossarsi la colpa lasciandoti con il problema da risolvere.

→ La soluzione è semplice, affidati a chi gestisce l’intera operazione internamente con professionisti che rispondono alla stessa persona (quella che paghi) e che sono abituati a lavorare assieme.

Cosa accade invece oggi? È all’ordine del giorno per molte imprese che vendono arredamenti affidarsi a montatori improvvisati (per risparmiare sulla singola installazione), delegare i rilievi a persone che non hanno le reali competenze per effettuare un rilievo (la parte più delicata per la scelta e l’installazione dei mobili) e il risultato è quello di ottenere un risultato finale ricco di problematiche.

contattaci-ora

In questo modo spendi i tuoi soldi per stare meglio e invece generi nuovi problemi. Il mio consiglio è quello di accertarti sempre (chiedilo chiaramente al venditore che sorride con la cravatta) di chi si occuperà di rilievi e montaggio e procedere solo dopo aver ottenuto tutte le garanzie. Questo è esattamente quello che posso fare per te perché con i miei collaboratori e i miei tecnici gestiamo internamente la progettazione e l’installazione dei nuovi arredi dalla A alla Z.

Contattami senza impegno per fissare un appuntamento e sarò felice di aiutarti. Chiama il Numero 097571175.

Un pensiero su “Tu paghi i mobili nuovi e loro non vogliono responsabilità (storia vera)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *